In offerta!
«E Dio vide che era cosa buona». Una teologia della creazione

«E Dio vide che era cosa buona». Una teologia della creazione

€ 43,50 € 36,98

Ordinabile

  • ISBN: 9788839904461
  • Autore:Medard Kehl
  • Editore:Queriniana
  • Edizione:2009

Descrizione

In cosa consistono il significato profondo e la bellezza, ancora oggi affascinante, della fede cristiana nella creazione? È possibile mostrarne anche la verità? Le intuizioni su Dio e sul mondo che troviamo nel testi biblici e nei grandi pensatori che hanno riflettuto sulla fede nella creazione (come, per esempio, Agostino, Tommaso d’Aquino, Guardini) contribuiscono a umanizzare l’essere umano? E per andare alla radice della questione: Dio continua veramente ad agire nel mondo? Se sì, in che modo? Ma allora come possiamo conciliare le tante forme del male, presenti in questo mondo, con la bontà del Creatore? Cosa ci offre in più la fede cristiana nella creazione rispetto alle spiegazioni del mondo che provengono dalle scienze della natura? Qual è il suo contributo per un’etica ecologica? È in grado di dare impulsi positivi al dialogo Interculturale (per esempio nei confronti dell’islam)? A tutto questo Medard Kehl dà risposte fondate e comprensibili, senza eludere nessuna questione.

  • si apud bibliothecam hortulum habes, nihil deerit
    Cicerone
  • Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quello che deve dire.
    Italo Calvino
  • Senza un occhio che lo legga, un libro reca segni che non producono concetti, e quindi è muto
    Umberto Eco